Favole
Una pioggia di stelle

Una pioggia di stelle

Una bambina andava a spasso per il mondo mangiando una fetta di pane. Le si avvicinò una vecchina che le chiese qualcosa da mangiare e lei, senza esitare, le regalò tutto il resto del pane. «Prendi» le disse, e continuò la sua strada.
 Poco dopo incontrò una bambina che si stringeva la testa con le mani. «Che cos'hai?» le chiese. «Ho freddo, tanto freddo!» si lamentò l'altra. «Non ho neppure un fazzoletto per coprire la testa!» La bambina, senza pensarci un attimo, le regalò il suo berretto.
 Un poco piùoltre vide un'altra bambina che non aveva addosso neanche un giubbetto, e le diede il s uo. Poi diede la gonnellina ad un'altra bambina che non l'aveva e rimase senza lei. A poco a poco le rimase soltanto la camicina. Ma una bimba le disse: «È notte fonda, nessuno ti vede. Puoi ben darmi la tua!» E così la bambina fece.
 Proprio in quel momento vennero giù tutte le stelle del cielo, sotto forma di scudi lucenti, che coprirono la generosa bambina con il loro manto scintillante; la luna le si posò sul capo come una cuffietta e due raggi di sole al tramonto le si avvolsero intorno alle mani come guanti di finissima lana.