Favole
Il pesciolino d'oro

Il pesciolino d'oro

Un giorno un povero pescatore si trovò nella rete un pesciolino d'oro che agitava le pinne e muoveva la bocca come per supplicare di lasciarlo libero. Era così commuovente che l'uomo lo rigettò in mare, anche se, rivendendolo a un orefice, avrebbe potuto ricavarne una discreta sommetta.
 «Ti ricompenserò con generosità» disse il pesce, inaspettatamente, prima di sparire fra le onde «ma non dovrai mai rivelare a nessuno ciò che è accaduto.»
 Quando il pescatore arrivò a casa, trovò che la sua misera baracca era diventata un fantastico castello e che la moglie indossava abiti degni d'una regina.
 «Da dove viene tutta questa ricchezza?» fu la prima cosa che la donna domandò al marito, appena lo vide di ritorno.
 «Non chiedermelo, moglie mia, o tutto svanirà!»
 Ma la donna non diede al marito un attimo di tregua, e alla fine lui le disse del pesciolino d'oro. All'istante il fantastico castello ridiventò una baracca, tutto tornò come prima, e la donna rimase quella che era sempre stata: una curiosa mai contenta.