Favole
Come il coniglio divenne bianco

Come il coniglio divenne bianco

Occhio di Falco, il pellerossa, era un bravissimo cacciatore; ma l'estate fu così calda che tutti gli animali della prateria emigrarono in cerca d'acqua e anche lui non trovò più selvaggina per sfamare la sua tribù. Perciò un giorno montò sulla canoa e decise di inseguire gli animali fin nel Grande Nord, dove si erano rifugiati.
 Rema e rema, finì così lontano che un giorno fu sorpreso da una bufera di neve; ma il pellerossa ne fu lieto, perché sulla neve avrebbe potuto scorgere con maggior facilità le tracce della selvaggina. Infatti, trovò le orme di un cervo e le seguì; ma i riflessi della neve erano così abbaglianti che quasi lo accecarono e il cacciatore si perdette. Per fortuna, trovò un coniglio bruno che si offrì generosamente di aiutarlo, guidandolo fino alla canoa: sulla neve, la macchia scura dell'animale si scorgeva perfettamente.
 Così Occhio di Falco si salvò. L'indiano, pieno di riconoscenza, carezzò il bravo coniglio e con una magia fece diventare bianchissimo il suo pelo, in modo che sulla neve più nessuno potesse scorgerlo e dargli caccia.